Il plenum del Consiglio Superiore della magistratura ha approvato a larga maggioranza la risoluzione che contesta l’emendamento sulla cosiddetta prescrizione breve che accorcerebbe i tempi di prescrizione per alcuni reati. La risoluzione era stata presentata dai consiglieri Aniello Nappi, Guido Calvi, Tommaso Virga e Riccardo Fuzio. La risoluzione è stata approvata con 21 voti favorevoli.

Quattro i voti contrari che sono dei consiglieri laici di riferimento del Pdl. Il consigliere laico, Matteo Brigandì, della Lega non ha invece voluto partecipare alla votazione.