Il caso Ruby – Berlusconi approda in tv. Intervistata a L’ultima parola da Gianluigi Paragone, in una registrazione in cui la sua voce è stata sostituita perché minoreRuby, la ragazza che ha parlato con gli inquirenti di alcune feste con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha raccontato molti particolari su se stessa e i suoi desideri per il futuro.

Nel programma, in onda stasera alle 23.40, la ragazza di origine marocchina, dichiara: “Voglio scrivere un libro sulla mia vita: racconterò la verità su di me e parlerò anche di Berlusconi”. “Quando tra tre giorni sarò maggiorenne, dirò tutto, ma la verità non uscirà né in televisione né sui giornali. Non mi renderò ridicola come tante altre nella mia situazione”.

Parlando della sua famiglia, residente in Sicilia, a Letojanni, la ragazza ha raccontato: “Mio padre mi ha buttato fuori di casa. Così sono andata a fare la cameriera a Catania, poi sono salita a Milano. La mia è una vita come quella di tante altre, solo che ho fatto cose che altre ragazze della mia età non fanno”. “E’ una questione di mentalità – ha concluso – In Italia a 12 anni sei considerata ancora una bambina. Mio padre a 12 anni voleva farmi sposare con un uomo di 49”.

Quanto ai furti, Ruby nega ogni addebito: “Sono stata accusata di furto da una ragazza con cui vivevo ma non è risultato vero. Questa persona che mi ha accusata – ha aggiunto – dovrà pagarmi i danni. Mi ha accusata di aver rubato ma io le ho sempre pagato l’affitto. E’ solo spazzatura, proprio spazzatura”

Dice di essere ”amareggiata e preoccupata” Ruby, la ragazza minorenne coinvolta in un’indagine della procura di Milano che vede coinvolti Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. ”Non sono certo contenta. Mi ha preoccupato, amareggiato il fatto che posso apparire per quella che non sono. La gente si fa un’idea sbagliata di me, non sto molto bene in questo momento”. Il suo desiderio é quello di riprendere la vita in mano, finire gli studi e non fare la showgirl ma il carabiniere. ”Riprenderò la mia vita in mano – ha aggiunto – mi allontanerò da tutta questa sporcizia e spero di finire gli studi e  realizzare il mio sogno. Fare il carabiniere, non il
mondo dello spettacolo come tanti pensano. Certo, il mio problema è la cittadinanza, però passo dopo passo spero di ottenere anche quella”.

Riguardo ai rapporti sessuali con Berlusconi, Ruby nega ogni ricostruzione, ma ammette di essere stata aiutata da lui. ”Posso solo ammirarlo, parlare bene di lui, grazie a lui non sono finita sulla strada né a fare lavori indecenti. Mi ha aiutata senza un tornaconto, la gente ha manipolato tutte le mie dichiarazioni. Posso capire che il presidente stia sulle scatole a tanti, ma non é giusto usare me, cambiare le mie dichiarazioni, per
colpire lui. Io non ho detto nulla di quello che è stato scritto sui giornali – ha concluso Ruby – di verità sui giornali ce n’è veramente poca”.