Sono tre i morti causati dal maltempo che ha colpito Prato. I vigili del fuoco hanno recuperato i corpi di tre donne in un sottopassaggio ferroviario allagato dalla pioggia, mentre un quarto uomo si è salvato, riuscendo ad abbandonare l’auto. Le tre vittime e il sopravvissuto sono tutti di nazionalità cinese.

Le vittime prigioniere del sottopasso erano due sorelle e la figlia di una delle due, a riferirlo sono i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione anche l’altro cittadino sopravvissuto è di origine cinese. La sua auto è stata trovata vuota all’interno del sottopasso ferroviario. Le tre vittime avevano 34, 42 e 50 anni e portavano tutte lo stesso cognome, Wang.

Le donne sono rimaste intrappolate nell’acqua che ha invaso quasi completamente il sottopasso alto circa 5 metri: hanno imboccato il tunnel probabilmente pensando che il dislivello rispetto al piano della strada fosse minore. L’uomo che si è salvato, invece, è riuscito a uscire dall’auto prima che questa venisse sommersa dall’acqua.

Nelle prime ore della mattina sono stati recuperati i corpi di due delle vittime, mentre il terzo cadavere è stato trovato alcune ore più tardi fuori dall’abitacolo della vettura. Secondo quanto riferito dall’assessore alla Protezione Civile del Comune di Prato, Dante Mondanelli, nella notte sulla città toscana è caduta una quantità d’acqua pari a 104 centimetri in mezz’ora.