» Cronaca
giovedì 21/12/2017

“Quando Riina disse che Cosa Nostra doveva stare con B.”

Trattativa Stato-mafia - In aula il pm Nino Di Matteo ricorda il pentito Cancemi e la riunione in cui fu ordinata la strage Borsellino
“Quando Riina disse che Cosa Nostra doveva stare con B.”

Le parole di Salvatore Cancemi su Berlusconi e Dell’Utri riecheggiano nell’aula della Corte di assise di Palermo per bocca del pm Antonino Di Matteo. Al processo sulla Trattativa tra Stato e mafia ieri la requisitoria è stata dedicata alla fase delicata che va da Capaci a via D’Amelio. Dopo l’uccisione di Giovanni Falcone, di Francesca […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Commenti

Minacce & pizzini: è questo il famoso processo mediatico

Cronaca

Quelle pernacchie per Umberto di Savoia

Ma la scuola deve ascoltare le mamme
Cronaca
Il commento

Ma la scuola deve ascoltare le mamme

di
Il bambino ucciso dal vetro e il pm che rinuncia al processo
Cronaca
La storia

Il bambino ucciso dal vetro e il pm che rinuncia al processo

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×