“Maria Elena ci lasci in pace: Arezzo è martire dei Boschi”

Alessandro Ghinelli - Il sindaco aretino di centrodestra accusa il “giglio magico” di aver distrutto la comunità: “Perché Firenze è rimasta illesa?”
“Maria Elena ci lasci in pace: Arezzo è martire dei Boschi”

E Piero della Francesca? E il Petrarca? E il crocifisso di Cimabue? Arezzo è irriconoscibile, svergognata per via di Banca Etruria, arrossisce tutti i giorni. La città etrusca, il luogo in cui l’oro dell’arte si coniuga a quello delle botteghe, è sulla bocca di tutta Italia e prende schiaffi a ogni ora. Rinchiuso nel Palazzo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.