Il “sabotatore” Ferreri: puro cinema fino al midollo

“Domani si vola”, annuncia Marcello Mastroianni a Catherine Deneuve. Bloccati su un’isola deserta, instupiditi dalla fame, i due tentano di fuggire riparando la carcassa di un vecchio bimotore. Come questo fotogramma da La Cagna dimostra, nessun regista italiano è stato più anarchico, sarcastico e radicale di Marco Ferreri, sabotatore del sistema, della famiglia, della coppia. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.