Deleghe, l’accordo ancora non arriva. La Lega vuole i porti, il M5S resiste

Deleghe, l’accordo ancora non arriva. La Lega vuole i porti, il M5S resiste

Il decreto dignità sì, le deleghe ancora no. Ed è un altro rinvio. Perché tra gli alleati che non si definiscono tali, Lega e Cinque Stelle, si discute forte e in alcuni casi si litiga sulle competenze da distribuire tra ministri, vice e sottosegretari. Ossia della qualità e della quantità del potere da gestire, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.