Noi e gli altri

Voci dal pianeta Alex. Il mondo dal basso

Dalla parte di Langer - Il suo insegnamento: incrociare il piano locale e quello globale per una vera conversione ecologica contro il virus dei nazionalismi. Un messaggio valido per la sinistra di oggi

1 Ottobre 2022

Amava il verde dei pascoli delle sue montagne, Alex, ma nel suo impegno pubblico il ragazzo di Vipiteno divenuto cittadino del mondo rifuggiva quel che chiamava stallgeruch, ovvero il “fetore di stalla” sprigionato dalle idee rinchiuse nell’autosufficienza. Più precisamente, intendeva per stallgeruch “quel caldo e umido odore di intimità che fa distinguere i ‘nostri’ dagli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione