Mondo cripto

Bitcoin, consumi elettrici dimezzati dopo il crollo dei prezzi

Scende la potenza - Arrivano i primi dati  sull'energia impiegata per l'elaborazione delle principali criptovalute mondiali. Dopo il crollo dei prezzi delle ultime settimane, il mining dei bitcoin ha consumato anche il 50% in meno di elettricità. Ma nel complesso pesa ancora quanto il consumo annuale dell'Argentina

27 Giugno 2022

Si fa la conta dei danni (e dei guadagni) dell’ultimo crollo del valore dei Bitcoin e delle altre cripto. Il contagio più interessante però è quello che riguarda i consumi di energia elettrica: secondo il Guardian, che cita le stime dell’analista di crittografia Digiconomist, nonostante i sistemi di autocorrezione di cui vi abbiamo parlato nella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione