Figure da riscoprire

Irène Némirovsky, la scrittrice ucraina che perse le radici ad Auschwitz

La biografia - Federica Lauto si occupa della vita dell'autrice vissuta all'inizio del Novecento che, dopo aver trovato finalmente “casa” a Parigi, fu deportata e morì di tifo. Un'esistenza di dolore, ma anche di speranza e scrittura

16 Maggio 2022

Le biografie servono soprattutto a questo: raccontare come la Storia, intrecciata nella vita delle persone, si traduca in drammi familiari, conflitti, separazioni, dolore. Tutto ciò è ancora più vero quando si parla, come nel libro della psicoterapeuta e scrittrice Federica Lauto, già assessora alla Pari Opportunità al Comune di Grado, della vita della scrittrice Irène […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.