L’intervista

Marco Tarquinio: “I bimbi non vanno umiliati con un’arma tra le mani”

Il direttore di Avvenire - “Io che ritengo inappropriato mandare armi, convinto anzi che non risolvano il conflitto ma lo aggravino, vengo giudicato come chi invoca la resa al predatore, all’aggressore, al tiranno, al terrorista”

16 Marzo 2022

Ieri Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, ha scritto un editoriale di scuse ai lettori per aver celebrato le gesta di una bambina-soldato, fucile in mano e lecca lecca in bocca. Hai scritto di aver promosso (sbagliando) una immagine barbarica – la bambina-soldato appunto – a istantanea della “resistente fierezza” di un popolo. Era una foto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione