La crisi ucraina

A Kiev fanno più paura le tasse che l’Orso russo

Venti di guerra - La marcia più grande dal 2014: “Di Mosca non ci fidiamo, ma qui è il governo che ci opprime”. Non protestano contro la Russia, sono venuti per manifestare contro l’aumento delle imposte proposto dal governo

27 Gennaio 2022

Sono passate da poco le otto del mattino, il termometro digitale che sovrasta piazza Maidan segna sette gradi sotto lo zero. I manifestanti arrivano a grandi gruppi con le bandiere della propria regione: hanno viaggiato di notte da tutto il Paese. Non protestano contro la Russia, sono venuti per manifestare contro l’aumento delle tasse proposto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione