Testi inediti

Zavattini: “Son stanco di essere artista”

Una pièce su etica ed estetica - “Sono quasi vecchio, e faccio lo scrittore. Ho bisogno di sapere se si ha il diritto di scrivere versi alla vigilia della guerra”

Di Cesare Zavattini
24 Novembre 2021

Si alza il sipario; l’attore lascia passare due o tre minuti in silenzio guardando il pubblico poi armeggia intorno al magnetofono. Dal magnetofono, tra i soliti sibili e rumori, appare e scompare una voce, quella dell’autore cioè la mia. LA MIA VOCE – Mi chiamo Cesare Zavat… (tipici rumori del magnetofono). L’ATTORE (chiude per un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.