Quali informazioni possiede il ministero degli Esteri britannico, il Foreign Office, sull’omicidio di Giulio Regeni, lo studioso italiano rapito, torturato e ucciso nel gennaio del 2016 in Egitto, dove si trovava per una ricerca di dottorato con l’Università di Cambridge? Qualunque informazione le autorità britanniche possiedano, deve essere sensibile abbastanza da averle spinte a rivolgersi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Cartabia, altri processi a rischio come quello Regeni

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next