Libreria

“L’impostore” di Piperno tra i borghesi snob di Roma

L’ultimo romanzo è godurioso e di scrittura magistrale. Tra le pagine poi, c’è anche un’autostroncatura in perfetto stile Saul Bellow, maestro della letteratura ebraico-americana

3 Ottobre 2021

Non mi era mai capitato di leggere una feroce autostroncatura buttata lì dall’autore nelle ultime pagine del suo stesso romanzo, peraltro godurioso e di scrittura magistrale. Conoscevo lo snobismo di Alessandro Piperno, ne condivido la passione smodata per il maestro della letteratura ebraico-americana Saul Bellow – che dalla propria vena autodenigratoria ha estratto dei capolavori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.