La forma è salva, mentre per la sostanza è tutto da vedere. Ma l’avvocato voleva innanzitutto quello, mostrare che il ministro “inventato” da Beppe Grillo, Stefano Cingolani, deve rispondere anche a loro, ai Cinque Stelle, e soprattutto a lui, a Giuseppe Conte. Per questo il presidente del M5S lo dice ai microfoni, ma lo conferma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

Addio atomo, la passione del ministro rimane il gas

next