Risale la tensione tra Iran e Israele, dopo che la petroliera Mercer Street è stata attaccata – pare con un drone – nel Golfo di Oman. Israele attribuisce la responsabilità dell’azione all’Iran, che si prepara a un avvicendamento alla presidenza e sfodera toni aggressivi verso l’Occidente, mentre dall’interno del Paese vengono notizie di rivolte dell’acqua […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

In Libano è esplosa anche la fame

prev
Articolo Successivo

Bolsonaro è pronto per il voto Prevede brogli, come nel 2014

next