Mentre la Sardegna andava a fuoco, il governatore Christian Solinas cosa faceva? Gestiva le operazioni? Partecipava a tavoli di crisi? Impartiva ordini e riceveva rapporti? Nulla di tutto ciò: sabato 24 luglio – quando già le fiamme stavano distruggendo l’Oristanese – il governatore era impegnatissimo a celebrare un matrimonio. Il Fatto è infatti in grado […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Caso camici, ecco la delibera-bozza “salva-cognato”

prev
Articolo Successivo

CasaPound, parte l’iter per lo sgombero Raggi: “L’avevo detto, le leggi si rispettano”

next