La prossima mossa, da inserire e scolpire nelle Tavole del Recovery Plan, potrebbe essere l’istituzione del Natale di Draghi il 3 settembre, fausto dì in cui si celebra il genetliaco Migliore che c’è. Per quel solenne giorno, si pensa anche a nevicate artificiali per rendere più intimo il raccoglimento popolare. Nel frattempo il culto mariano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La parabola del miliardario: da eroe a nemico del Dragone

prev
Articolo Successivo

“La vera lezione di Proietti, la cheesecake e la botanica”

next