La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, subissata di critiche degli addetti ai lavori per la riforma penale che garantirebbe l’impunità a mafiosi e corrotti (e non solo), ha fatto una mossa last minute ed è riuscita così a far saltare un dibattito di fuoco al plenum del Csm di mercoledì prossimo. Un appuntamento che l’avrebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Conte resiste: modifiche per convincere Draghi e tenere compatto il M5S

prev
Articolo Successivo

L’Ocse ci osserva (e nel 2010 stangò il “processo breve”)

next