“È un cambiamento di notevole rilievo, molto interessante rispetto alla posizione originaria che chiedeva di escludere il Covi-19 dai documenti di valutazione del rischio. Le imprese sostenevano che il rischio pandemico non avesse nulla a che fare con l’ambiente di lavoro. Il fatto che ora i facciano carico del problema mi sembra un dato di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Parametri e pass nei locali, Regioni e Lega fanno muro

prev
Articolo Successivo

Allarme anestesisti: “La quarta ondata ormai è già iniziata”

next