Per due che hanno litigato (anche) sulla comunicazione, la prima ossessione dovrebbe essere quella per la coerenza del messaggio. E invece, mentre su Facebook Beppe Grillo celebra il patto siglato davanti a una spigola con Giuseppe Conte e infonde coraggio a sé e alle truppe (“Ora pensiamo al 2050!”), sulla home page del suo blog […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Così Rep semina il panico sul piano della Ue: a Elkann il verde non piace

prev
Articolo Successivo

Letta a Siena e lo “sgambetto” renziano

next