In origine, dopo un mese dall’insediamento del “governo dei migliori”, arrivò il condono fiscale. La prima “manina” che inserì nel decreto Sostegni, nato per ristorare i commercianti rimasti chiusi a causa della pandemia, una sanatoria per tutte le cartelle esattoriali fino a 5 mila euro tra il 2000 e il 2010 per i cittadini con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

M5S nel caos, Pd e destra smantellano il dl Dignità

prev
Articolo Successivo

“Tifo Conte capo 5S. Draghi in continuità, salvo sul fisco”

next