Al renziano desaparecido Ernesto Carbone, ex deputato del Pd e trombato nel 2018 perché gli elettori gli hanno fatto “ciaone” (citazione sua), non basta conquistarsi il suo quarto d’ora di celebrità su Twitter sproloquiando contro il M5S, il partito che aveva contribuito a eleggerlo (il Pd) e difendendo le gesta di Renzi. Ora Carbone vuole […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Bonafede ko: torna la prescrizione, reati decisi dalle Camere

prev
Articolo Successivo

Ddl Zan: Queen Elizabeth è all’opera per affossarlo

next