I cugini dittatori, l’uomo- anfibio, l’accanimento da Covid e pure l’ammissione di colpa. Maturità, ci risiamo. Strafalcioni inclusi. La sensazione è che quello di questi giorni sia stato l’esame di Maturità della rinascita, arrivato dopo vaccini e prime riaperture, con la prospettiva di una estate quasi normale. La certezza, invece, è che come tutti gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Gli schiavi di Potosì a caccia di argento, tra veleni e “El Tio”

prev
Articolo Successivo

C’è Carrère: Cannes al vento

next