Ancora una volta il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, nato in una piccola casa di uno dei quartieri più poveri di Istanbul, non si è fatto alcuno scrupolo nel sottrarre altri 60 milioni di euro alle casse dello stato per farsi costruire una residenza estiva alla propria altezza. Certo, sia la nuova faraonica sede della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Salari e clima, così Bezos rifà il trucco ad Amazon

prev
Articolo Successivo

Cittadinanza ai palestinesi: Bibi fa il dispetto a Bennett

next