Quando i voti al tuo partito sono aghi nel pagliaio, ti accontenti di diventare ago della bilancia. Ed è così, con l’ormai noto ritornello dei “numeri” che non ci sono, che Matteo Renzi si gioca la sua esistenza in politica. Prima erano quelli per Conte, ora quelli per il ddl Zan, l’importante per lui è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La vignetta di Natangelo

prev
Articolo Successivo

I “contiani” fanno saltare il blitz del Clan dei Vitalizi

next