“È una catastrofe politica. Oggi neppure uno straccio si candiderebbe più con noi”. Lo sconforto di un dirigente calabrese del Pd è evidente. La richiesta di anonimato è quasi una supplica. Le voci di un’interdittiva antimafia per l’azienda di famiglia si sono rincorse per tutta la giornata e hanno indotto a ritirarsi la candidata dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Grillo cede ai big sul piano Conte. Comitato di 7 con Di Maio e Fico

prev
Articolo Successivo

“Beppe sta aiutando destra e padroni all’assalto del Rdc”

next