L’accusa è quella di calunnia. E la vicenda, davvero torbida, s’incastra in quella ben più ampia del processo Eni – Nigeria che s’è concluso in primo grado, dopo l’accusa di corruzione internazionale, con l’assoluzione dell’addell’Eni Claudio Descalzi e di tutti gli imputati. Incluso Vincenzo Armanna, l’ex funzionario Eni che in questo nuovo fascicolo viene accusato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Rave e feste con variante. Record di morti a Mosca

prev
Articolo Successivo

“Conte e Grillo da soli rischiano tantissimo: convivere conviene”

next