“Otto anni fa, è iniziata la mia vita”. Comincia così il bilancio dell’esistenza di Edward Snowden, otto anni dopo la sua scelta di rivelare i programmi di sorveglianza della National Security Agency (Nsa), la più potente e tecnologicamente sofisticata agenzia di intelligence al mondo, capace di intercettare le conversazioni telefoniche e via Internet dell’intero pianeta. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Lotta armata” e razzismo in chat: nei guai cinque minori

prev
Articolo Successivo

Raisi presidente, ma per Amnesty è un criminale da processare

next