Raccontano che ieri Giuseppe Conte non sia rimasto sorpreso leggendo commenti e post di certi dem. Tutti contro di lui, l’avvocato, accusato di voler comandare in casa del Pd. Quel Conte che da qui a fine mese diventerà capo politico del M5S. E che nell’attesa è già altro: uno specchio, o una cartina di tornasole […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Flop primarie: adesso è panico tra i dem per il voto su Gualtieri

prev
Articolo Successivo

Nat

next