Nell’“Addio alle armi” degli eserciti occidentali in Afghanistan, i media italiani, ma anche i nostri Comandi militari, hanno dato il meglio di sé. Ma mentre i Comandi avevano almeno l’attenuante di dover in qualche modo giustificare un’operazione sciagurata, devastante e in definitiva criminale, finita nella più disonorevole delle sconfitte, quest’obbligo la libera stampa non l’aveva. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Le mandibole del potere, tra filetto, cafonal e favori

prev
Articolo Successivo

Quattro risate con Dio. Da Abramo a Woody Allen

next