Non c’è fine all’orrore che la popolazione dell’Afghanistan sta sopportando da decenni in seguito alle invasioni delle grandi potenze, agli scontri tra i signori della guerra locali e più recentemente tra i movimenti islamici intenzionati a prendere il potere di questo devastato Stato cuscinetto. Proprio allo scopo di ripulire il terreno dalle migliaia di mine […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Spiare la massa è illegale. Ma Snowden vince a metà

prev
Articolo Successivo

Draghi-Erdogan, niente sfida in tribuna d’onore

next