Prima sconfitti nel processo che ha mandato assolti tutti gli imputati Eni e Shell per l’affare nigeriano Opl 245; ora anche indagati dalla Procura di Brescia, con addirittura i computer dei loro uffici in Procura perquisiti per acquisire tutte le loro email: il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale e il sostituto Sergio Spadaro, che rappresentavano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il maxi-yacht e la strana vendita tra due uomini vicini a Salvini

prev
Articolo Successivo

Centofanti canta: “Ecco gli accordi con Palamara…”

next