Giovanni Brusca, lo scannacristiani o u verru (il porco), il boss stragista poi diventato collaboratore di giustizia, da alcuni giorni è un uomo libero, ma ieri ha voluto lo stesso seguito l’udienza del processo Trattativa Stato Mafia. Da “una località segreta” si è collegato in video conferenza con l’aula bunker Pagliarelli, per seguire la requisitoria […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Ci fu trattativa Stato-mafia. Condannare Dell’Utri & C.”

prev
Articolo Successivo

Il bravo sceneggiatore, il medico e il lavoro trasformato in hobby

next