L’orizzonte tra Israele e la Striscia di Gaza al termine del sesto giorno di combattimenti – anniversario della Nakba, l’esodo di centinaia di migliaia abitanti della Palestina, cacciati via o fuggiti dalla loro terra ne ’48 – continua a mostrare nuvole nere di fumo e i lampi delle esplosioni. La tregua che alcuni media israeliani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Roberto Angelini, la sinistra tv solidale con il vip di Propaganda Live contro la “pazza” pagata in nero

prev
Articolo Successivo

Londra sfila pacifica. Parigi, corteo negato pro-Palestina: scontri

next