Giuliano Tavaroli, ex capo della Security di Pirelli-Telecom (ha patteggiato 4 anni e mezzo per i dossieraggi illegali dei primi anni 2000), è stato indicato nelle ultime settimane come coinvolto in manovre di destabilizzazione dei vertici dei Servizi segreti italiani, che sarebbero state realizzate da un gruppo che comprende personaggi come Cecilia Marogna (collaboratrice di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

L’interesse di Salvini a “blindare” i Servizi

prev
Articolo Successivo

Lo 007 deluso da Conte e le sponde coi due Matteo

next