Saper guardare oltre le pareti per ritrovare l’immaginazione perduta. Da mesi, ormai, il segreto visionario è proprietà della pandemia, che ha confinato aspirazioni e ispirazioni nell’antica recita del far “di necessità virtù”. Ma la sfida non è per tutti. Nelle restrizioni si esalta il talento, con la memoria ai nostri “neorealistici” padri che ancora tanto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Dopo il peyote, i figli”. Confessioni di McConaughey

prev
Articolo Successivo

Pieraccioni torna sul set insieme a Fonte e alla Ferilli

next