La ripresa dell’economia europea procede lentamente, più di quanto molti si aspettassero. Per questo i soldi del Next Generation EU sono attesi freneticamente (la prima rata, se tutto va bene, non prima di settembre). Tuttavia, l’impatto dei Piani di ripresa e resilienza (Pnrr) sull’economia resta nebuloso, soprattutto su quella italiana: il governo Draghi, come vedremo, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Il ritorno. Mourinho, 13 anni dopo il primo sbarco: tutti in trincea (e mano agli elmetti)

prev
Articolo Successivo

Alta velocità: progetti inutili e disastrosi per l’ambiente

next