“Si tratta di uno dei disastri civili più duri che Israele abbia mai conosciuto”. Le vittime sono 45, i feriti centinaia; polizia e forze di sicurezza sono sotto assistenza psicologica così come i sopravvissuti. Le foto e i video in Rete sono angoscianti: “Vi prego di non pubblicarne più, le famiglie delle vittime stanno già […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Ombre rosse. Gli arresti di Parigi (e gli anni di piombo)

prev
Articolo Successivo

Il Paese in crisi costante “ostaggio” di King Bibi

next