Fu il vicepresidente del Csm David Ermini il canale di Piercamillo Davigo per informare il Quirinale dell’esistenza dei verbali dell’ex legale dell’Eni, Piero Amara, sulla presunta “loggia Ungheria”. Verbali sui quali il pm di Milano, Paolo Storari, sostiene di essere entrato in contrasto con i vertici della sua procura già nella primavera del 2020, perché […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

La “Loggia”. Perugia indaga per associazione segreta

next