Da oltre un anno sembra che Confindustria non abbia che questo pallino. Una pressione costante che si ripete a ogni uscita pubblica. S’intende la richiesta dei capataz di Viale dell’Astronomia di coinvolgere i privati nelle mitiche “politiche attive”, cioè dare alle agenzie per il lavoro i fondi destinati ai centri pubblici pe l’impiego. Un’insistenza fortissima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

C’è l’anti-malaria, ma non fa notizia

prev
Articolo Successivo

Rider e non solo: buon 1° maggio, ma senza diritti

next