L’Ambiente è stato spesso, se non sempre, la Cenerentola dei ministeri. Ora, intitolato alla Transizione ecologica (Mite) e accaparratosi le ricche deleghe all’energia dello Sviluppo economico, prova a farsi grande, ma cambiando pelle: la transizione ecologica, d’altra parte, è assai più una riforma dei processi produttivi che la protezione dell’ambiente. Il ministero di Roberto Cingolani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Date lo scudo antistupidario a Super Mario

prev
Articolo Successivo

Ora c’è la visione! E l’Italia “sogna” con SuperMario

next