“Quanti bambini piccoli ci sono ricoverati?” chiede il giornalista Sallusti all’infettivologo Galli a Otto e mezzo, credendo di essere acuto, sottile, provocatorio. La tesi, lepidissima, è che non occorre chiudere le scuole perché i bambini non muoiono di Covid. Il professor Galli è stanco, nervoso; fa capire che la giornata in reparto non è stata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

I fritti pasquali, la fine di Cristo e l’“Ultima cena” di Leonardo da Vinci

prev
Articolo Successivo

La beffa delle donne nel Pd, scelte da correnti maschili

next