Inomi risuonano uno in fila all’altro davanti a Palazzo Marino, di rimpetto alla Scala. Bandiera tricolore, bandiera europea e bandiera biancorossa sul balcone del Comune, sopra lo striscione che chiede “verità per Giulio Regeni”. Bandiere simmetriche sulla facciata del grande teatro lirico. Sul mio lato destro gli stendardi della mostra del Tiepolo. I nomi si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Libertà lgbt. Il Papa non benedice coppie gay: “Lo Stato laico ci salverà, se la politica evolverà”

prev
Articolo Successivo

Champions league. Il naufragio dell’Italia Club vecchi, col terrore di affidarsi ai giovani

next