Il potere lo conosce da molto vicino. “Quando ero ai vertici di Forza Italia la richiesta ricorrente era quella di incontrare Berlusconi, addirittura mi fermavano per strada per avere un contatto con lui”. Il potere l’ha bollata: “Da anni mi chiamano ‘badante’, ma vista l’accezione negativa data dai giornalisti, a offendersi dovrebbe essere la categoria […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Le firme dei draghiani sul Corriere della Sera

prev
Articolo Successivo

Forza Italia. Carfagna sempre più vicina all’addio

next