Orrore! Il Dpcm di Draghi somiglia terribilmente al Dpcm di Conte. Non solo è lo stesso strumento normativo – anche se tacciono le legioni di politici e giuristi in ansia per la tenuta democratica – ma sono proprio spiccicati: stessi colori, stessi paragrafi, stesse formulazioni, stesse parole, contenuti quasi identici. Gemelli separati alla nascita nella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

Sulla scuola è un “Dpcm-Pilato”. Triplicati i casi di variante inglese

next