L’agenda estera del neo presidente americano Joe Biden si basa su due colonne: il contenimento della Cina e della Russia. La Casa Bianca nei giorni scorsi aveva già mostrato una inversione di rotta rispetto all’Amministrazione Trump sottolineando pubblicamente che la penisola di Crimea, annessa unilateralmente dalla Russia nel 2014, è parte integrante del territorio ucraino. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Libia, il governo della mazzetta

prev
Articolo Successivo

Sussidio, la riforma scontenta tutti

next