A leggere i giornali, la “cacciata” di Domenico Arcuri è stata solo tardiva. L’arrivo del buon Figliuolo, scrivono, dovrà rimediare agli “errori da ribalta” o alla “rottura della catena di comando dello Stato” come se Arcuri fosse un guerrigliero al comando dell’emergenza. Così, leggendo le pagine a lui dedicate non si capisce dove sia il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Mascherine, cosa c’entra Arcuri con l’indagine

prev
Articolo Successivo

Il metodo del premier e il ministro Speranza

next