No, quei due aggettivi proprio no. “Il Movimento non è moderato e liberale, non lo è mai stato e mai lo diventerà” twitta Andrea Cioffi, vice capogruppo vicario in Senato, uno dei veterani del M5S. Ed è la reazione all’intervista a Repubblica in cui Luigi Di Maio ha definito il Movimento come “una forza moderata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Grillo striglia Crimi: “Porta subito la lista”. Ma cresce la fronda dei pentiti di Draghi

prev
Articolo Successivo

Natangelo

next